I detti di Carnevale

Zizz’, zizz’, zizz’, ramm’ n’ pok’r’ sav’zijzz; s’n’ m’n’ vù rà, k’s’ pòzza strafucà.

Zia zia zia dammi un po’ di salsiccia: se non me ne vuoi dare che si possa strafocare

Karn’ val’, chijn’ rùnt’, krammatijn’ facijm i kunt, r’ facijm’ k’la penn’, Karn’ val t’ pòzz’n mbenn’

Carnevale pieno di unto, domattina facciamo i conti, li facciamo con la penna, Carnevale possano impiccarti

T’ s’ fatt’ lu ricc l’mbrond ma s’ figl’r’ zappator’ pigl’ la zapp’ e va a zappà, zapp’,zapp,.!!!
lLe ragazze si vestivano da signora ricca e si facevano i riccioli (boccoletti) sulla fronte recitando una cantilena.

Ti sei fatto il ricciolo in fronte, ma sei figlia di zappatore, prendi la zappa e vai a zappare zappa zappa !!

Bona ser’ patròn r’ la cas’, ramm l’uv’ ca m’ai’ prumis

Ntoppch’, ntroppch’ a lu scannidd ramm’ l’uv e lu p’cc’ latidd: – S’ manc’ m’lu vù rà, ch’t’ pozza’ strafucà.

Buonasera signore della casa dammi l’uva che mi hai promesso sbatti e inciampi allo sgabello, dammi l’uva e il pane di Pasqua- Se non me lo vuoi dare che ti possa ingozzare.

lNa cupa cupa ven’ ra Salern’ a la sav’ zijzz fa v’ nì i virm ‘
lVeng’ ra mont’M’lone so’ nu vecch ‘ cu lu baston’ s’ n’ m’ n’ vù ra’ na cosa bon’ t’ romb r lastr cu lu baston.

Vengo da MonteMilone sono un vecchio con il bastone se non mi vuoi dare una cosa buona ti spacco i vetri con il bastone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: